Home > Video > SQL Server 2016 CTP3 In-Memory OLTP Whitepaper and Videos

SQL Server 2016 CTP3 In-Memory OLTP Whitepaper and Videos

SQL Server è nato in un periodo storico in cui il costo della memoria RAM era ordini di grandezza più elevato rispetto al costo dello storage, da qui la decisione iniziale di persistere sempre i dati nello storage mantenendoli in memoria solo per il tempo strettamente necessario all’elaborazione. Ora però lo scenario è cambiato, e non è difficile trovare database server con 500 MB di RAM.

La tecnologia In-Memory OLTP, introdotta con SQL Server 2014, consente di beneficiare del costante calo della memoria RAM per aumentare le prestazioni delle operazioni OLTP fino a 30 o addirittura 40 volte. Teoricamente, le prestazioni di alcune query posso migliorare di 100 volte… da qui il prende il nome il progetto (In-Memory OLTP), originariamente chiamato “Hekaton” che nella lingua greca significa Cento!

La prima implementazione di In-Memory OLTP, su SQL Server 2014, non era certo priva di limitazioni. Con SQL Server 2016, Microsoft, continua ad investire su questa tecnologia eliminando molte delle limitazioni presenti in SQL Server 2014 e migliorando gli algoritmi delle elaborazioni interne per aumentarne ulteriormente le performance.

Kalen Delaney (@sqlqueen) ha recentemente pubblicato un aggiornamento del suo Whitepaper: SQL Server 2016 CTP3 In-Memory OLTP Internals in cui descrive i miglioramenti introdotti con SQL Server 2016, sulla tecnologia In-Memory OLTP.

Sempre in merito alla tecnologia In-Memory, segnalo la sessione che Gilberto Zampatti ha tenuto al SQL Saturday Parma 2015, sessione registrata e disponibile sul canale UGISS di Vimeo:

E non finisce qui, la tecnologia In-Memory OLTP è già arrivata anche su Azure SQL DB come spiega Jos de Bruijn (@jdebruijn) nel seguente episodio della serie Data Exposed..

In-Memory-OLTP-Azure-SQL-Database

Buona lettura e buona visione!

Chi è Sergio Govoni

Sergio Govoni è laureato in Scienze e Tecnologie Informatiche. Da oltre 16 anni lavora presso una software house che produce un noto sistema ERP, distribuito a livello nazionale ed internazionale, multi azienda client/server su piattaforma Win32. Attualmente si occupa di progettazione e analisi funzionale, coordina un team di sviluppo ed è responsabile tecnico di prodotto. Lavora con SQL Server dalla versione 7.0 e si è occupato d'implementazione e manutenzione di database relazionali in ambito gestionale, ottimizzazione delle prestazioni e problem solving. Nello staff di UGISS si dedica alla formazione e alla divulgazione in ambito SQL Server e tecnologie a esso collegate, scrivendo articoli e partecipando come speaker ai workshop e alle iniziative del primo e più importante User Group Italiano sulla tecnologia SQL Server. Ha conseguito la certificazione MCP, MCTS SQL Server. Per il suo contributo nelle comunità tecniche e per la condivisione della propria esperienza con altri, dal 2010 riceve il riconoscimento SQL Server MVP (Microsoft Most Valuable Professional). Nel corso dell'anno 2011 ha contribuito alla scrittura del libro SQL Server MVP Deep Dives Volume 2 (http://www.manning.com/delaney/).

Leggi Anche

SQL Start 2020 – Slide, Script Demo e Video

L’edizione 2020 di SQL Start, si è tenuta il 26 Giugno in modo virtuale sulla …